«Carré e micro-meches, senza dubbio!». Le tendenze capelli per la … – marieclaire.it

Advertisement

Tra champagne e stagnole, il salone di Avenue Pierre 35 a Parigi ci apre le porte e ci parla d’estate e capelli.

di
Barbara Digiglio




Quella sua meches fina fina Affrontiamo la questione di petto: se le tendenze capelli per la Primavera Estate 2017 non vengono a noi, noi andiamo dritte dritte da loro. Dove? Nel quartier generale di bellezza di Willy Rieswick, direttore generale e artistico del salone La Biosthetique al 35 di Avenue Pierre a Parigi.

Courtesy photo: La Biosthetique Trend Collection SS 2017

Willy, veniamo a noi: quale sarà il taglio dell’estate 2017? 
Carré, carré e ancora carré! Guarda, guarda qui (prende l’ultima uscita de Le Figaro), vedi quanti ce ne sono? E poi il mood, chiarissimo: anni Ottanta a go-go. 

Mai più senza: Glossing Spray La Biosthetique è la lacca lucidante che definisce lo styling alla perfezione. 

Okey, ma parliamo di carré classic quindi, ordinatissimo? 
Sì, ma giocare con le lunghezze è essenziale. Con frangia, senza frangia, con ciuffo, senza ciuffo. La parola d’ordine è: sperimentare. Ah, una cosa importante: ti ricordi la tendenza della scorsa estate? Capelli wild, arruffati alla vorrei-ma-non-posso? Ecco, scordatelo. Torna prepotente la voglia di puntare tutto sulla salute del capello e della cute. Bisogna lavorare su questo e su un risultato 100% naturale. 

Estate = protezione massima: garantita da Solei Creme La Biosthetique con UV Protection, un trattamento rigenerante per capelli stressati da sale & sole. 

E sui colori delle tinte, cosa mi dici?
Stiamo lavorando molto con una tipologia di meches, finissime, chiamate micro meches. L’effetto è molto convincente, omogeneo, quasi 3d. Sono perfette per l’estate. Torna prepotente anche il contouring, vale a dire l’effetto ombra/luce che vuole: radici scure, parte centrale chiara e lunghezze scure.

SCOPRI ANCHE: 

La tinta che cambia colore in base al clima è il FUTURO 

Infoltimento capelli: i 10 trattamenti più efficaci

scritto da
Barbara Digiglio








Source link